skip to content
Rosso Fiorentino : leggiadra maniera e terribilità di cose stravaganti Preview this item
ClosePreview this item
Checking...

Rosso Fiorentino : leggiadra maniera e terribilità di cose stravaganti

Author: Antonio Natali; Rosso Fiorentino.
Publisher: Cinisello Balsamo (Milano) : Silvana, 2006.
Edition/Format:   Book : ItalianView all editions and formats
Database:WorldCat
Summary:
Giovanni Battista di Iacopo di Rossi, detto Rosso Fiorentino (Firenze 1494 Parigi 1540), è considerato uno dei massimi interpreti del manierismo italiano. Sin dalle prime, importantissime opere che gli vennero commissionate risulta evidente il suo slancio ribelle alle costrizioni di un classicismo ormai in crisi. Spirito aggressivo e iconoclasta, Rosso Fiorentino diede nelle opere successive un contributo  Read more...
Rating:

(not yet rated) 0 with reviews - Be the first.

Subjects
More like this

 

Find a copy in the library

&AllPage.SpinnerRetrieving; Finding libraries that hold this item...

Details

Named Person: Rosso Fiorentino; Rosso Fiorentino.; Rosso, Fiorentino; Rosso Fiorentino
Document Type: Book
All Authors / Contributors: Antonio Natali; Rosso Fiorentino.
ISBN: 9788836606313 8836606318
OCLC Number: 255750089
Language Note: Text ital. u. engl.
Notes: Contains bibliography and notes.
Description: 271 S. : zahlr. Ill. ; 34 cm.
Responsibility: Antonio Natali.

Abstract:

Giovanni Battista di Iacopo di Rossi, detto Rosso Fiorentino (Firenze 1494 Parigi 1540), è considerato uno dei massimi interpreti del manierismo italiano. Sin dalle prime, importantissime opere che gli vennero commissionate risulta evidente il suo slancio ribelle alle costrizioni di un classicismo ormai in crisi. Spirito aggressivo e iconoclasta, Rosso Fiorentino diede nelle opere successive un contributo fondamentale alla corrente più ricca e inquietante della maniera, proponendo composizioni tormentate, convulse e animate da un espressionismo tale da rasentare la caricatura. Tra il 1523 e il 1527 fu a Roma, dove venne a contatto con le opere di Raffaello e di Michelangelo. Operò quindi a Sansepolcro, a Venezia e infine in Francia, dove venne chiamato da Francesco I e nominato pittore ufficiale di corte, dedicandosi, negli anni trenta del Cinquecento, alla decorazione del Padiglione di Pomona e alla decorazione della Galleria del Re nel Castello di Fontainebleau, opera che resta la più grande dell'artista e alla quale si rifaranno i maestri del manierismo internazionale. L'autore, profondo e appassionato conoscitore dell'artista, traccia nelle pagine di questo volume un suo personale profilo, offrendo numerosi spunti di riflessione sull'arte di uno dei più spregiudicati e poetici artefici della storia artistica dell'Occidente.

Reviews

User-contributed reviews
Retrieving GoodReads reviews...
Retrieving DOGObooks reviews...

Tags

Be the first.
Confirm this request

You may have already requested this item. Please select Ok if you would like to proceed with this request anyway.

Linked Data


<http://www.worldcat.org/oclc/255750089>
library:oclcnum"255750089"
library:placeOfPublication
library:placeOfPublication
rdf:typeschema:Book
schema:about
schema:about
schema:about
schema:about
schema:contributor
schema:creator
schema:datePublished"2006"
schema:description"Giovanni Battista di Iacopo di Rossi, detto Rosso Fiorentino (Firenze 1494 Parigi 1540), è considerato uno dei massimi interpreti del manierismo italiano. Sin dalle prime, importantissime opere che gli vennero commissionate risulta evidente il suo slancio ribelle alle costrizioni di un classicismo ormai in crisi. Spirito aggressivo e iconoclasta, Rosso Fiorentino diede nelle opere successive un contributo fondamentale alla corrente più ricca e inquietante della maniera, proponendo composizioni tormentate, convulse e animate da un espressionismo tale da rasentare la caricatura. Tra il 1523 e il 1527 fu a Roma, dove venne a contatto con le opere di Raffaello e di Michelangelo. Operò quindi a Sansepolcro, a Venezia e infine in Francia, dove venne chiamato da Francesco I e nominato pittore ufficiale di corte, dedicandosi, negli anni trenta del Cinquecento, alla decorazione del Padiglione di Pomona e alla decorazione della Galleria del Re nel Castello di Fontainebleau, opera che resta la più grande dell'artista e alla quale si rifaranno i maestri del manierismo internazionale. L'autore, profondo e appassionato conoscitore dell'artista, traccia nelle pagine di questo volume un suo personale profilo, offrendo numerosi spunti di riflessione sull'arte di uno dei più spregiudicati e poetici artefici della storia artistica dell'Occidente."
schema:exampleOfWork<http://worldcat.org/entity/work/id/312154060>
schema:inLanguage"it"
schema:name"Rosso Fiorentino : leggiadra maniera e terribilità di cose stravaganti"
schema:publication
schema:publisher
schema:workExample
wdrs:describedby

Content-negotiable representations

Close Window

Please sign in to WorldCat 

Don't have an account? You can easily create a free account.